::
SERVIZI AI LAVORATORI
Cerchi Lavoro?
Accoglienza e informazione
Orientamento
Autoimprenditoria
Tirocinio formativo e di orientamento
Collocamento Mirato Disabili
Percorsi Formativi
Seminari informativi
Indennità disoccupazione (ASPI-miniASPI)
Collocamento spettacolo
Lavoratori in mobilità
Reimpiego di lavoratori in situazione di disagio sociale
Agevolazioni a favore dei datori di lavoro che assumono giovani a tempo indeterminato o trasformano a tempo indeterminato precedenti rapporti di lavoro
 
::
SERVIZI ALLE IMPRESE
Cerchi personale?
Tirocinio formativo e di orientamento
Collocamento Mirato Disabili
Datori di lavoro domestici
Procedura di mobilità
Iscrizione alle liste di mobilità
Informazione sulla Sicurezza sul Lavoro
Servizio alle neo-imprese
Procedura di cassa integrazione guadagni straordinaria CIGS
Ammortizzatori sociali in deroga 2012 - Accordo Regionale Emilia Romagna
Controversie collettive di lavoro
I contratti di solidarietà
Lavoro Intermittente
Comunicazioni dei datori di lavoro ai Centri per l'Impiego (SARE)
PIANO STRAORDINARIO DI CONTRASTO ALLA CRISI (anni 2014-2015)
INCENTIVI ALLE IMPRESE: PIANO GIOVANI PROVINCIALE
Incentivi all'occupazione
 
::
EURES
RETE EURES
 
::
SERVIZI AGLI ENTI PUBBLICI
Gli avviamenti a selezione negli Enti Pubblici
Comunicazioni degli Enti Pubblici ai Centri per l'Impiego
Autorizzazione Contratto di Formazione Lavoro per Pubbliche Amministrazioni
Tirocinio formativo e di orientamento
Collocamento Mirato Disabili
Informazioni sulla Sicurezza sul Lavoro
 
::
GARANZIA GIOVANI
GARANZIA GIOVANI
 
::
::
AUTOIMPRENDITORIA
AVVIARE ATTIVITA' AUTONOMA
SERVIZI ALLE NEO IMPRESE
 
::
::
SERVIZI
Consigliera Provinciale di Parità
Regolarità-Sicurezza-Qualità del lavoro
 
::
PROGETTI e INIZIATIVE
Seminari in-formativi sul lavoro
Servizio Civile Volontario
 
::
RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA
S.I.R.S. - Servizio Informativo
 
::
PUBBLICAZIONI E PROGRAMMI
Pubblicazioni
Programmi
 
::
MODULISTICA
Per i cittadini
Per le imprese e gli enti pubblici
 
::
GENERALE
:: CREDITI
:: PRIVACY POLICY
 



Percorso: SERVIZI > Consigliera Provinciale di Parità
:: CONSIGLIERA PROVINCIALE DI PARITÀ



La Consigliera provinciale di Parità svolge un ruolo fondamentale per la promozione dell'occupazione femminile, la prevenzione e la lotta contro la discriminazione nell'accesso, nella formazione e nello svolgimento del rapporto di lavoro. Ha quindi un ruolo di tutela da un lato, e di promozione attiva dall'altro.


È una figura istituzionale nominata dal Ministero del Lavoro, che tutela la posizione lavorativa delle donne incidendo sulle situazioni che sono di ostacolo alla realizzazione della piena parità uomo-donna sul lavoro (legge 125/91 e legge 196/00).


Nell'esercizio delle sue funzioni è un pubblico ufficiale che ha l'obbligo di segnalare all'autorità giudiziaria i reati di cui viene a conoscenza.
 
L'ufficio è aperto il lunedì e il mercoledì dalle ore 9 alle ore 13 La Consigliera di parità riceve tutti i giorni, previo appuntamento telefonico.
 
La Consigliera:

  • promuove l'occupazione femminile anche attraverso il sostegno alle politiche attive del lavoro, comprese quelle formative, collaborando con l’Assessorato alle Politiche del Lavoro della Provincia;
  • promuove progetti di azioni positive e politiche di sviluppo sul territorio in materia di pari opportunità, anche attraverso l'individuazione delle risorse comunitarie, nazionali e locali finalizzate allo scopo;
  • rileva l'esistenza di discriminazioni dirette o indirette a causa del sesso, della religione, della disabilità, dell'età o dell'orientamento sessuale, al fine di promuovere azioni in giudizio correttive e di garanzia contro le discriminazioni, collaborando con la Direzione provinciale del lavoro per rilevare violazioni alla normativa in materia di parità;
  • agisce in giudizio nelle controversie di lavoro, su mandato della singola lavoratrice o del singolo lavoratore, che lamenti una discriminazione. Le Consigliere possono, prima di ricorrere al Giudice del Lavoro, promuovere il tentativo di conciliazione davanti alla direzione provinciale del lavoro.


CHI PUO' RIVOLGERSI ALLA CONSIGLIERA DI PARITÀ
 
Tutti i cittadini, donne e uomini, che abbiano subito discriminazioni di genere sul lavoro e che vogliano maggiori informazioni sui loro diritti e assistenza per tutelarli.
Le imprese presenti sul territorio provinciale che vogliano informazioni sugli incentivi previsti per introdurre forme di flessibilità e piani di azioni positive.


CARATTERISTICHE DELL'ACCESSO AI SERVIZI DELLA CONSIGLIERA DI PARITÀ
 
L'Ufficio della Consigliera Provinciale di Parità mette a disposizione di tutti gli interessati un servizio di informazione, sostegno, consulenza ed assistenza, anche in campo legale, connotato dalle seguenti caratteristiche:

  • GRATUITÀ
  • ANONIMATO E RISERVATEZZA - Chiunque si rivolga alla Consigliera di Parità per denunciare un fatto o atto discriminatorio, senza procedere in giudizio, ma per avere una semplice consulenza, sarà assistito con la massima riservatezza e, se lo desidera, in maniera anonima.
  • DIRETTO ED IMMEDIATO - La Consigliera di Parità, potrà, su delega della parte, agire direttamente in giudizio per la rimozione della discriminazione, ai sensi dell'art. 8 del D. Lgs. 196/2000, o intervenire nei giudizi pendenti.

     


:: CONTATTI

Consigliera di Parità Effettiva
Avv. Rosarita Mannina
Consigliera di Parità Supplente
Rosamaria Susani
Tel. 0523795551
e-mail: consiglieraparita@provincia.pc.it


Approfondimenti


TornaTorna