::
SERVIZI AI LAVORATORI
Cerchi Lavoro?
Accoglienza e informazione
Orientamento
Autoimprenditoria
Tirocinio formativo e di orientamento
Collocamento Mirato Disabili
Seminari informativi
Indennità disoccupazione (ASPI-miniASPI)
Lavoratori in mobilità
Gli avviamenti a selezione presso gli Enti Pubblici
 
::
SERVIZI ALLE IMPRESE
Cerchi personale?
Tirocinio formativo e di orientamento
Comunicazioni dei datori di lavoro ai Centri per l'Impiego (SARE)
Procedura di mobilità
Datori di lavoro domestici
Servizio alle neo-imprese
Procedura di cassa integrazione guadagni straordinaria CIGS
Controversie collettive di lavoro
I contratti di solidarietà
Iscrizione alle liste di mobilità
INCENTIVI ALLE IMPRESE: PIANO GIOVANI PROVINCIALE
Lavoro Intermittente
Collocamento Mirato Disabili
Incentivi all'occupazione
 
::
EURES
RETE EURES
 
::
SERVIZI AGLI ENTI PUBBLICI
Gli avviamenti a selezione negli Enti Pubblici
Comunicazioni degli Enti Pubblici ai Centri per l'Impiego
Autorizzazione Contratto di Formazione Lavoro per Pubbliche Amministrazioni
Tirocinio formativo e di orientamento
Collocamento Mirato Disabili
Informazioni sulla Sicurezza sul Lavoro
 
::
ACCESSO AGLI ATTI
Accesso agli atti Legge 241/90: nuove regole dal 15 settembre 2017.
 
::
::
AZIONI ANTICRISI SUL TERRITORIO
INIZIATIVE DELLA PROVINCIA DI PIACENZA
INIZIATIVE DEI COMUNI
 
::
::
OSSERVATORIO MERCATO del LAVORO
Osservatorio Mercato del Lavoro
 
::
SERVIZI
Regolarità-Sicurezza-Qualità del lavoro
 
::
PROGETTI e INIZIATIVE
Seminari in-formativi sul lavoro
 
::
RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA
S.I.R.S. - Servizio Informativo
 
::
PUBBLICAZIONI E PROGRAMMI
Pubblicazioni
 
::
MODULISTICA
Per i cittadini
Per le imprese e gli enti pubblici
 
::
GENERALE
:: CREDITI
:: PRIVACY POLICY
 



Percorso: SERVIZI ALLE IMPRESE > Collocamento Mirato Disabili > Compensazione territoriale

:: COMPENSAZIONE TERRITORIALE

(Art. 5, co. 8, L. 68/99 novellato dall'art. 9 del D.L. 13 agosto 2011, n. 138, convertito, con modificazioni, nella L. 14 settembre 2011, n. 148)

Consente ai datori di lavoro privati che occupano personale in diverse unità produttive – fermo restando il rispetto degli obblighi occupazionali a livello nazionale - di effettuare direttamente senza preventiva autorizzazione da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali o del competente Servizio Provinciale la compensazione territoriale.

I datori di lavoro privati e gli Enti pubblici economici interessati possono, quindi, compensare in via automatica le eccedenze di aventi diritto al collocamento mirato assunti in determinate unità produttive con le carenze di lavoratori appartenenti alle categorie protette presenti nelle altre unità produttive.

Analoga possibilità di compensazione è estesa alle imprese che fanno parte dello stesso “gruppo” ai sensi dell'art. 31 del D. L.vo 10 settembre 2003, n. 276, cioè alle società controllate o collegate.

In entrambi i casi la compensazione opera sulla base della sola dichiarazione del datore di lavoro tramite l'invio online del prospetto informativo nei termini previsti.

L'automaticità della compensazione territoriale non riguarda i datori di lavori pubblici, che possono essere autorizzati, su loro motivata richiesta e secondo le modalità che saranno individuate in un'apposita direttiva dal Dipartimento della Funzione Pubblica, ad assumere in un'unità produttiva un numero di lavoratori aventi diritto al collocamento mirato superiore a quello prescritto, portando le eccedenze a compenso del minor numero di lavoratori assunti in altre unità produttive della medesima regione.

:: PER SAPERNE DI PIU'

:: CONTATTI

Collocamento Mirato - ufficio imprese
Provincia di Piacenza - Uffici di Borgo Faxhall
P.le Marconi - 29100 Piacenza
tel. 0523/795701-700 collocamentomiratoazienda@provincia.pc.it




TornaTorna