::
SERVIZI AI LAVORATORI
Cerchi Lavoro?
Accoglienza e informazione
Orientamento
Autoimprenditoria
Tirocinio formativo e di orientamento
Collocamento Mirato Disabili
Seminari informativi
Indennità disoccupazione (ASPI-miniASPI)
Lavoratori in mobilità
Gli avviamenti a selezione presso gli Enti Pubblici
 
::
SERVIZI ALLE IMPRESE
Cerchi personale?
Tirocinio formativo e di orientamento
Comunicazioni dei datori di lavoro ai Centri per l'Impiego (SARE)
Procedura di mobilità
Datori di lavoro domestici
Servizio alle neo-imprese
Procedura di cassa integrazione guadagni straordinaria CIGS
Controversie collettive di lavoro
I contratti di solidarietà
Iscrizione alle liste di mobilità
INCENTIVI ALLE IMPRESE: PIANO GIOVANI PROVINCIALE
Lavoro Intermittente
Collocamento Mirato Disabili
Incentivi all'occupazione
 
::
EURES
RETE EURES
 
::
SERVIZI AGLI ENTI PUBBLICI
Gli avviamenti a selezione negli Enti Pubblici
Comunicazioni degli Enti Pubblici ai Centri per l'Impiego
Autorizzazione Contratto di Formazione Lavoro per Pubbliche Amministrazioni
Tirocinio formativo e di orientamento
Collocamento Mirato Disabili
Informazioni sulla Sicurezza sul Lavoro
 
::
ACCESSO AGLI ATTI
Accesso agli atti Legge 241/90: nuove regole dal 15 settembre 2017.
 
::
::
AZIONI ANTICRISI SUL TERRITORIO
INIZIATIVE DELLA PROVINCIA DI PIACENZA
INIZIATIVE DEI COMUNI
 
::
::
OSSERVATORIO MERCATO del LAVORO
Osservatorio Mercato del Lavoro
 
::
SERVIZI
Regolarità-Sicurezza-Qualità del lavoro
 
::
PROGETTI e INIZIATIVE
Seminari in-formativi sul lavoro
 
::
RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA
S.I.R.S. - Servizio Informativo
 
::
PUBBLICAZIONI E PROGRAMMI
Pubblicazioni
 
::
MODULISTICA
Per i cittadini
Per le imprese e gli enti pubblici
 
::
GENERALE
:: CREDITI
:: PRIVACY POLICY
 



Percorso: SERVIZI AI LAVORATORI > Lavoratori in mobilitÓ > ISCRIZIONE ALLE LISTE DI MOBILIT└ PER LAVORATORI DI IMPRESE CON PIU' DI 15 DIPENDENTI

:: ISCRIZIONE ALLE LISTE DI MOBILIT└ PER LAVORATORI DI IMPRESE CON PIU' DI 15 DIPENDENTI

Legge 223/1991


Possono essere iscritti in lista di mobilità i lavoratori licenziati da imprese qualora l'impresa abbia attivato la procedura di mobilità, per riduzione di personale, trasformazione o cessazione di attività.

I lavoratori che possono iscriversi nelle liste di mobilità devono essere stati assunti dall'impresa con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

Non possono iscriversi in lista di mobilità:

  • dirigenti
  • lavoratori stagionali o occupati in attività saltuarie
  • lavoratori con contratto a termine

MODALITÀ D'ISCRIZIONE NELLE LISTE DI MOBILITA'
Il lavoratore in possesso della lettera di licenziamento deve presentarsi entro 68 giorni presso il Centro per l'Impiego per presentare la richiesta di indennità di mobilità.

Nei giorni immediatamente successivi al licenziamento, il lavoratore licenziato si deve recare al Centro per l'Impiego competente in base al domicilio, per consegnare la documentazione necessaria e ottenere tutte le informazioni utili agli adempimenti previsti dalla legge.

La durata della permanenza in lista di mobilità varia in relazione all'età del lavoratore al momento del licenziamento, alla sede dell'unità produttiva interessata dai licenziamenti e al periodo di indennità di mobilità eventualmente erogata dall'INPS.

Età Centro Nord Mezzogiorno
Fino a 39 anni

12 mesi

24 mesi

Da 40 a 49 anni

24 mesi

36 mesi

Oltre 49 anni

36 mesi

48 mesi

La durata della permanenza in lista di mobilità varia in relazione all'età del lavoratore al momento del licenziamento, alla sede dell'unità produttiva interessata dai licenziamenti e al periodo di indennità di mobilità eventualmente erogata dall'INPS. Si precisa che il periodo indennizzato non può essere superiore all'anzianità aziendale.

CASI DI CANCELLAZIONE DALLA LISTA DI MOBILITÀ
Il lavoratore viene cancellato dalla lista di mobilità, quindi, (se spettante), perde il diritto a riscuotere l'indennità di mobilità, nei seguenti casi:

  • in caso di assunzione a tempo pieno e indeterminato;
  • scadenza del termine di permanenza nella lista di mobilità;
  • riscossione di indennità di mobilità in un'unica soluzione;
  • rifiuto di un'offerta di lavoro congrua al profilo professionale del lavoratore;
  • mancata comunicazione all'INPS di riassunzione a tempo parziale o determinato;
  • rifiuto o non regolare frequenza dei corsi di formazione promossi dalla Regione;
  • rifiuto ad essere impiegato in lavori socialmente utili;
  • rifiuto alla convocazione, senza giustificato motivo, da parte dei Centri per l'Impiego. 

     

ATTIVITÀ LAVORATIVA e PERMANENZA IN LISTA DI MOBILITÀ
Il lavoratore in mobilità può essere assunto con contratto a tempo indeterminato part-time o con tempo determinato. In questo caso la permanenza in lista di mobilità verrà prorogata per il periodo equivalente alla durata del rapporto di lavoro.

Il limite massimo di proroga di permanenza in lista è pari al doppio del termine originariamente stabilito in relazione all'età anagrafica.


REISCRIZIONE NELLE LISTE DI MOBILITÀ

  • Il lavoratore assunto a tempo pieno ed indeterminato che non supera il periodo di prova viene reiscritto in lista al massimo per due volte.
  • Se il lavoratore, in seguito a visita medica viene giudicato non idoneo a svolgere il lavoro viene reiscritto in lista.

:: MODULISTICA

:: CONTATTI

CENTRO per l'IMPIEGO di PIACENZA–Ufficio Lavoratori:
tel 0523/795745 sportellolavoratori.pc@provincia.pc.it

CENTRO per l'IMPIEGO di CASTEL SAN GIOVANNI:
tel 0523/882478 sil.castelsngiovanni@provincia.pc.it

CENTRO per l'IMPIEGO di FIORENZUOLA D'ARDA:
tel 0523/982394 sil.fiorenzuola@provincia.pc.it



TornaTorna